Home » Città della Pieve

Show My Location

CITTA' DELLA PIEVE
Stemma del comune di città della Pieve
DESCRIZIONE

Disposto su di una collina di 508 metri sopra il livello del mare, il comune di Città della Pieve, domina grazie alla sua posizione panoramica, al Lago Trasimeno e alla Val di Chiana.  Città della Pieve, ricca di arte, storia e cultura, ospita le opere di Pietro Vannucci, uno dei pittori più importanti del Rinascimento italiano, conosciuto come Perugino.

Nel periodo etrusco-romano, l’attuale territorio di Città della Pieve apparteneva a Chiusi, ed è nel settimo secolo che si costituiva il primo centro urbano, costruito attorno alla chiesa parrocchiale dei Santi Gervasio e Protasio.

Nell’XI secolo si forma Castel della Pieve, un villaggio intorno alla chiesa parrocchiale, installata all’interno di un muro.  Nel XII secolo il borgo assume il piano urbano rimasto intatto fino ad oggi. La struttura urbana esprime l’antica rivalità della classe di cavalieri e della classe contadina, la prima caratterizzata da una struttura urbana da ampie strade, la seconda rappresentata da strade più strette e frammentate. Nello scontro tra le due classi, infatti, i cavalieri potevano sfuggire a cavallo grazie alla  curvatura della strada, mentre i contadini si difendevano grazie alla struttura dei vicoli stretti, impenetrabili a cavallo.

Nel 1250 Castel della Pieve ritorna nel dominio di Perugia fino al 1600 quando divenne un importante centro amministrativo e religioso parte dello Stato Pontificio. Rimase sotto il dominio della Chiesa fino al 1860.

Dopo aver letto questa breve introduzione sul borgo medievale di Città della Pieve adesso sei pronto a scoprire tutti i suoi segreti seguendo i seguenti punti:

Cosa vedere a Città della Pieve

Centro storico: i Terzieri di Città della Pieve

La struttura urbana di Città della Pieve si basa sulla forma di aquila, simbolo dell’imperatore. Tre sono i quartieri che identificano le parti di aquila e che rappresentano tre classi sociali: la testa dell’aquila corrisponde al Terziere Castello, i cavalieri; la pancia corrisponde al Terziere Borgo Dentro, che rappresenta la borghesia e infine la coda d’ala, che corrisponde a Terziere Casalino, la classe contadina.

Il centro storico è caratterizzato da numerosi vicoli tra cui Via Vannucci, il “Vicolo Baciadonne” considerato il più stretto d’Italia la sua larghezza varia da 50 a 60 cm.

Monumenti

Tanti sono gli stili architettonici riconoscibili nel centro storico di Città della Pieve che comunque mantiene la struttura urbana medievale caratterizzata da rinascimentale architettonico, barocco, rococò e neoclassico.

La Cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio vale sicuramente la pena di visitare, in quanto mantiene le opere di due importanti pittori di Città della Pieve, di Perugino e di Pomarancio. Interessante anche la chiesa di Santa Maria dei Bianchi, dove è la bella “Adorazione dei Magi” di Perugino.  Oltre alla Torre Postale, costruita nel XII secolo e 39 metri di altezza, a Città della Pieve si può anche visitare la Torre del Vescovo, torre di avvistamento costruita nel 1326; la fortezza con le sue cinque torri e il Palazzo di Corgna aveva costruito nel XVI secolo da Ascanio Corgna di Galeazzo Alessi, l’interno fu decorato da Pomarancio e Salvio Savini.

All’esterno delle mura di Città della Pieve si può ammirare la chiesa di San Francesco e il santuario di Nostra Signora di Fatima, all’interno del quale è la “La crocifissione Gesù”, nonché un importante affresco dipinto solo sopravvissuto di una serie che quasi certamente era nello stesso convento.

 

Cosa fare

Si, lo sappiamo. il comune di Città della Pieve è poco più di un piccolo borgo medioevale. Eppure, nonostante le sue dimensioni ridotte le cose da fare non mancano mai. Qui di seguito puoi trovare alcuni consigli sulle attività che puoi svolgere durante la tua vacanza in Umbria:

  • Percorso dei Vicoli: Percorrendo questo itinerario potrete trovare ben 19 luoghi dove è possibile apprezzare suggestivi scorci o punti pittoreschi della città. Comincia l’esplorazione della città perdendoti nei vicoli e girando un po’ a caso, per poi soffermarti sulle indicazioni di questo percorso e scoprire alcuni angoli che forse ti sono sfuggiti!
  • Percorso del Paesaggio: questo itinerario valorizza un’altra peculiarità di Città della Pieve, ovvero la sua posizione, con a sud il monte Cimino, a sud-est il monte Peglia e i monti Sibillini, a est il Montarale, la valle del Nestore e il monte Subasio, a nord i colli sul Trasimeno e a ovest il monte Cetona e il monte Amiata. Sono ben 8 i belvedere che potrete cercare e da cui potrete ammirare il paesaggio circostante.
  • Romatic Tour: Questo itinerario ,dedicato specialmente alle coppie, si focalizza sul borgo storico cittadino: scoprine i vicoli, gli angoli più particolari, la fitta rete di strade e vie che si snodano nel centro, tra scorci romantici e vedute mozzafiato.
  • Zafferano: ebbene si, uno dei prodotti tipici di questa cittadina è lo zafferano. Prepara il tuo palato ad essere deliziato da numerosi piatti a base di questo preziosissima polvere rossa che dona un colore giallastro alle pietanza e scoprine tutti i segreti!

Eventi

Molti sono gli eventi da non perdere nel comune di Città della Pieve dovuti alla sua ricca tradizione culturale che affonda le radici nel più lontano passato. Tra gli eventi più importanti che si svolgono nella cittadina ricordiamo i seguenti:

  • L’Infiorata di San Luigi Gonzaga“, il protettore del Terziere Casalino. In questa importante occasione la strada principale è ricoperta di composizioni create con petali di fiori.
  • Presepe: La stagione natalizia, invece, inizia con un Presepe Monumentale di Città della Pieve nel seminterrato di Palazzo della Corgna, una rappresentazione che copre oltre 400 metri quadrati, avente un tema diverso per ogni edizione.
  • Pasqua: Domenica e lunedì di Pasqua il Terziere Borgo Dentro organizza i “Quadri viventi“, nel seminterrato di Palazzo Orca, ispirato alla morte e risurrezione di Gesù Cristo.
  • Palio dei Terzieri:  Nel periodo di Ferragosto, per circa 10 giorni, le contrade rianimano il borgo in occasione del Palio dei Terzieri, rievocazione storica di origine rinascimentale. Il Palio vero e proprio è preceduto da un Corteo in abiti d’epoca, al quale partecipano oltre 700 figuranti e le personalità politiche più importanti del territorio. A seguire il Palio, che consiste in una gara di abilità al tiro con l’arco: i rappresentanti dei terzieri dovranno centrare delle sagome a forma di toro, elemento che ricongiunge l’evento all’antica tradizione medievale.

 

 

Dove dormire

Molteplici sono le proposte tra gli alloggi Lago Trasimeno, resta solo da scegliere se restare dentro le mura degli antichi borghi, oppure se rilassarsi immersi dal verde delle campagna.

 

Prenota subito il tuo alloggio

 

Translate »
Trasimeno Land
Trasimeno Land
Login/Register access is temporary disabled