Protagonista il colore alla XXV edizione di Coloriamo i Cieli

Protagonista il colore alla XXV edizione di Coloriamo i Cieli     
È stata presentata a Perugia, la XXV edizione di Coloriamo i Cieli, l’incontro internazionale di aquiloni e mongolfiere: dal 29 aprile al 1 maggio nella zona dell’aeroporto Eleuteri   

Si è tenuta a Perugia, nella Sala Multimedia del Consiglio Regionale, la conferenza stampa di presentazione della XXV edizione di Coloriamo i Cieli, l’incontro internazionale di aquiloni e mongolfiere che si fregia da 5 anni del riconoscimento ufficiale di “Patrimonio d’Italia per la Tradizione” assegnato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
La manifestazione è come sempre organizzata interamente dal Comune di Castiglione del Lago e si terrà quest’anno dal 29 aprile al 1 maggio nella zona dell’aeroporto Eleuteri all’interno del Parco del Trasimeno: Coloriamo i Cieli è capace di esaltare più di ogni altro avvenimento, le caratteristiche culturali, ambientali, di bellezza e di “qualità della vita” di Castiglione del Lago e dell’intero Trasimeno. L’aquilone, simbolo di libertà e di gioia, è il perfetto simbolo della pace senza confini e rappresenta magnificamente il territorio con la sua tradizionale sensibilità per l’ambiente per l’accoglienza e per la solidarietà.
Hanno partecipato alla presentazione Donatella Porzi, presidente del Consiglio Regionale, Andrea Smacchi, presidente della prima commissione consiliare di Palazzo Cesaroni, il vicesindaco di Castiglione del Lago Romeo Pippi e l’assessore alla cultura castiglionese Ivana Bricca. «Un evento di risonanza nazionale ed internazionale – ha dichiarato Romeo Pippi – che è la “festa delle famiglie”. L’evento può diventare sempre più la presentazione delle ricchezze territoriali e di tutta la regione, tenendo anche conto del riconoscimento di “Patrimonio d’Italia per la Tradizione”, unico per l’Umbria e concesso a sole 20 manifestazioni in Italia».
Secondo l’assessore Ivana Bricca Coloriamo i Cieli rappresenta il territorio a 360 gradi, con la tradizione, la tipicità, la bellezza storica e ambientale: «Novità dell’edizione venticinque è il ritorno del colore, protagonista classico dell’aquilone ma quest’anno comune denominatore degli appuntamenti principali. Domani pomeriggio si inizia con “Coloriamo la Pace” con i bambini delle scuole primarie e dell’infanzia che si esibiranno in canti corali, animazioni varie, letture e interviste a messaggeri di pace sulla base della loro ispirazione all’idea di pace e di colore. Poi sabato ci sarà “Color Mob” un’esplosione di colori a cura di Spoleto Colore per un evento pomeridiano da trascorrere immersi nella musica immersi nel colore. Poi “Pompieropoli” con il gioco, la manualità con le sabbie colorate e le pareti attrezzate a cura dei Vigili del Fuoco di Perugia, sempre all’insegna del colore e degli stimoli visivi».
Altra importante novità ha preso il via lo scorso lunedì. Si tratta dell’ “Europa per i Cittadini”, un’intera settimana dedicata all’europeismo, con un progetto, sviluppato dal Laboratorio del Cittadino, in collaborazione con il Comune di Castiglione del Lago, interessante e particolarmente attuale, dedicato al diritto di cittadinanza e al quale stanno partecipando circa 180 ospiti da tutta Europa e utile per riscoprire i valori originali dell’europeismo, sviluppare la cultura dell’integrazione interna all’Unione e verso i popoli extracomunitari, di creare insomma una “Scuola di Democrazia Europea”. Da sottolineare il Planetario allestito all’interno dell’Acquario con il coinvolgimento delle scuole e il 30 aprile a Palazzo della Corgna il seminario dal titolo “Incontri d’arte e scienze botaniche tra giardini di delizie e orti botanici” con la partecipazione di professori universitari di Granada, Lisbona, Atene, Francia, Roma, Perugia ed il contributo della Confraternita di San Domenico. Sempre per la settimana europea il 1° maggio si svolgerà la “Giornata dell’amicizia fra i popoli”.
«Una delle manifestazioni più spettacolari della nostra regione – ha sottolineato Donatella Porzi – che merita in pieno tutta l’attenzione che ha come festa internazionale degli aquiloni. Mi piace molto il fil rouge che il Comune ha creato nel tempo fra le tante associazioni con le grandi peculiarità qualitative che vengono offerte. Credo che la ricchezza umbra, composita e anche frammentata, sia però un grande valore aggiunto che fa della nostra regione uno dei territori più belli e appetibili in assoluto. Coloriamo i Cieli è, con un grande sforzo del Comune, sempre un esempio di sistema virtuoso fra pubblico e privato, dove tutti sono coinvolti e stanno insieme per valorizzare il territorio. Così si risponde alla crisi: bravi!».
Anche per il consigliere regionale Andrea Smacchi Coloriamo i Cieli sta facendo un salto di qualità, grazie all’impegno costante profuso dai suoi amministratori.

www.coloriamoicieli.com

Translate »
Trasimeno Land
Login/Register access is temporary disabled