Festival delle Corrispondenze

Festival delle Corrispondenze – Dal primo al 3 settembre torna al Trasimeno il piacere di leggere

Festival delle corrispondenze programma(pdf)

Tanti eventi e buona cucina il binomio vincente

Presentata la sesta edizione del Festival delle corrispondenze di Monte del Lago, Magione (Pg), Umbria. A sei anni dalla sua prima edizione il Festival delle corrispondenze di Monte del lago, Magione (Pg), conferma le grandi potenzialità di un format originale e unico nel contesto italiano, espressione del territorio ma in grado di confrontarsi con il panorama culturale internazionale.

Grazie alla lettera, questo fil rouge che unisce tutti gli eventi in programma, anche quest’anno il festival propone appuntamenti in grado di parlare dei grandi temi di attualità, di ripercorrere fatti e vicende del passato, di conoscere il meglio delle pubblicazioni di carteggi e corrispondenze anche grazie al Premio letterario Vittoria Aganoor Pompilj punto di riferimento del settore per le grandi e piccole case editrici.
A conferma della qualità e credibilità raggiunta dalla manifestazione, che trova un suo punto di forza anche nello splendido scenario delle vie e delle piazze dell’antico borgo che si affacciano sul Trasimeno, sono le collaborazioni sempre più forti che sono andate istaurandosi con istituti culturali pubblici e privati.

GIORNATA DI STUDIO ISUC – SABATO 2 SETTEMBRE
Tra le collaborazioni più consolidate vi è sicuramente quella con l’Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea (Isuc) che da tre anni promuove nell’ambito del festival una giornata di studi che vede la presenza di eminenti studiosi del settore. Il tema scelto dalla prestigiosa istituzione umbra, in collaborazione con e il Museo Regionale dell’Emigrazione “Pietro Conti” per l’edizione 2017 è quello delle lettere degli emigrati.
A parlarne saranno Fabio Caffarena e Carlo Stiaccini, Archivio ligure della scrittura popolare (Alsp) e Centro internazionale studi emigrazione (Cisei); Patrizia Marchesoni, Museo storico di Trento, archivio della scrittura popolare: Alberto Sorbini, Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea; Maria Grazia Salonna, ricercatrice di storia locale. Coordina l’incontro Maurizio Tarantino, biblioteca Classense di Ravenna.
Il tema dell’emigrazione sarà anche al centro dello spettacolo di venerdì, ore19.00 – Piazzetta Sant’Andrea “Lamerica. Lettere dei migranti italiani in America” reading teatrale, diretto da Mauro Mori con Andrea Fiorani e Catia Stazio

MOSTRA VILLA AGANOOR – INAUGURAZIONE 1° SETTEMBRE
Di grande suggestione la mostra allestita nelle sale di Villa Aganoor  “QWERTY. La rivoluzione della scrittura meccanica” organizzata in collaborazione con il Museo della macchina da scrivere di Milano collezione Umberto di Donato. In mostra macchine da scrivere appartenute a Francesco Cossiga, Matilde Serao, Luciano Peteck, Gianni Brunoro, Carmen Covito, Silvia Annichiarico, Camilla Cederna, Grech Summer, oltre a macchine in alfabeto cirillico, cinese, arabo, ebraico, braille e altre dal mondo.
Gli strumenti di lavoro dei celebri personaggi saranno accompagnate da scritti degli stessi autori.

L’inaugurazione, venerdì 1 settembre sarà preceduta, ore 16, dalla conferenza di apertura del festival “La penna, il tasto e il mouse. L’evoluzione della comunicazione epistolare”.

ISTITUTO LUCE
L’istituto Luce entra per la prima volta nel programma del festival, ma la collaborazione si prevede proficua e duratura, con due importanti documentari Lettera al Presidente – Madeleine e Istituto Luce di Cinecitta? – Rai Cinema (2013), ne parlerà il regista Marco Santarelli insieme a Teresa Bertilotti (Universita? di Milano-Bicocca) autrice del libro Caro presidente. Gli italiani scrivono al Quirinale (1946-1971), Mondadori Education e Mio duce ti scrivo Istituto Luce di Cinecitta? – Rai Tre (2015) con il regista Massimo Martella.

READING – SPETTACOLI TEATRALI E MUSICALI
Circa dieci gli spettacoli di letture e musiche che nei tre giorni della manifestazione animeranno i diversi spazi del paese. Da L’ arte delle lettere. 125 corrispondenze indimenticabili alle lettere ispirate dai testi dei cantautori; dalle lettere di Vittoria Aganoor a quelle inviate da Van Gogh al fratello che chiuderanno questa edizione del festival con lo spettacolo “Lettere a Theo” in programma domenica in piazzetta Sant’Andrea.

PREMIO VITTORIA AGANOOR
Nell’ambito del festival si terrà domenica 3 la cerimonia di premiazione della XVIII edizione del Premio letterario nazionale Vittoria Aganoor Pompilj riservato a lettere e carteggi

… E ANCORA
Presentazione di libri, angoli di lettura e scrittura eventi per bambini, passeggiate alla scoperta di luoghi personaggi e storie di Monte del lago.

ZZURLA
Complemento imprescindibile della manifestazione la cultura della buona cucina rappresentato dai piatti proposti nel corso delle tre serate dalle donne e dai giovani del borgo per consentire di degustare a lume di candela nel giardino di Villa Aganoor, la buona gastronomia locale tra cui i famosi Zzurlini, piatto tipico della festa.

Tags:

Trasimeno Land
Trasimeno Land
Login/Register access is temporary disabled